Chiesa della Madonna dell’Orto

La Chiesa della Madonna dell’Orto fu costruita per volere dell’Ordine dei Frati Umiliati nei primi anni del 1300 per intitolarla alla statua di una Vergine rinvenuta nel campo adiacente alla chiesa da un contadino.

La leggenda racconta che durante la notte la statua brillasse di luce propria.

Read More

Ghetto di Venezia

Il Ghetto di Venezia.

Nella prima metà del 1500 il Senato di Venezia istituisce il primo Ghetto in Europa, per confinare le comunità di fede ebraica in un’isola del sestiere di Cannaregio.

Oltre la cinta di edifici disposti lungo il perimetro limitando il collegamento con Venezia a due soli ponti, una serie di norme regolavano l’interazione della comunità ebraica con quella cattolica prevalente a Venezia.

Read More

Campo San Stae

Campo San Stae

Il Campo San Stae deve il suo nome alla chiesa di Sant Eustacchio che ne occupa la maggioranza dello spazio schiacciando alla sua sinistra l’antica Scuola dei Tiraoro e Battioro che passa quasi inosservata per via delle statue, che animano la facciata della chiesa attirando l’attenzione dei visitatori.

La chiesa ha origini molto antiche e sono disponibili pochissime testimonianze circa la sua struttura prima che il Doge Alvise II Mocenigo ne commissionò il restauro a sue spese nei primi del 1700.

Le sculture che popolano la facciata di San Stae, sono state bollate da diversi storici dell’arte come un maldestro tentativo di emulazione del Bernini, le cui opere a Roma avevano suscitato lo stupore generale.

Di fianco alla chiesa, quasi come “complemento d’arredo”, leggermente arretrata si trova la Scuola dei Battioro; espressione del rococò Veneziano.

Il nome dell’architetto a cui attribuirla è incerto, alcuni sostengono si tratti di Giangiacomo Gaspari.

L’arte dei battioro era antichissima: l’oro, per la sua duttilità, consentiva di essere lavorato in sottilissimi fili da inserire nelle sete o come ornamento per quadri ed opere scuoltoree.