Quello che riportano le cronache della fine del 1400 è forse uno dei tentativi di furto più clamorosi della storia di Venezia.

Prima dell’arrivo di Napoleone Bonaparte a Venezia, il Tesoro di San Marco custodiva ricchezze di inestimabile valore provenienti da tutto il mondo conosciuto, e nel 1494 un uomo pensò di potersene impadronire.
Questa è la storia di Stamati Crassiotti che mise a punto un piano per rubare il Tesoro di San Marco.